A Iris

Canta ride si agita
Mentre io scrivo poesie
Mi distraggo
Divento insofferente
Non arriva
Non la trovo
Viene e sparisce
La parola il pensiero
Mi passa davanti dietro
Salta sopra e sotto
Io scrivo e cancello
Cerco disperatamente
Un silenzio che non trovo
Canta balla gioca
Mangia mi sorride
Chiede mille cose
Tutte insieme
C è un caos incontrollabile
Dentro di me la certezza
Non ci riuscirò mai
Non nascerà
La poesia
Quella bella
che cerco da quando son nata
Tutto corre scorre ad una velocità
Accelerata
Chiudo tutto
E al diavolo la scrittura
Sono delusa
Stanca
Distratta
Lei mi chiede ancora qualcosa
Alzo lo sguardo
La trovo li davanti a me
Dov era sempre stata
E osservando attentamente
Quel piccolo capolavoro
Comprendo che non devo
Piu aspettare piu cercare
L ho scritta già tanti anni fa
La mia poesia piu bella
Non è fatta di parole
Ma ha in sé tutti i significati
Allora mamma l hai scritta?
Me la leggi?
Guardati allo specchio
E leggi tutto cio che piu desideri
Sta tutta li
Davanti a questo specchio
La mia poesia

Giovanna La Vecchia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *