Lei ed io, noi…

Laurea di Chiara
17 novembre 2017

A TE
Saprei riconoscerti
Tra mille e milioni
Nell’assenza di voce e di luce
Nel silenzio ed al buio
Tra il frastuono della gente
Nella confusione di una vita implacabile
Nella corsa furiosa degli eventi
Di spalle
Perché di te ho piena l’anima
Di ricordi, di parole, di avvenimenti
Ci siamo sempre amate
Tra urla e sorrisi
Velocemente con il passare di questi anni
In cui protagoniste guerriere ed angeli
Ci siamo sempre cercate ed in fondo mai lasciate
Perché c’è un senso ad ogni accadimento
Che d’improvviso ci richiama
Come una eco nel nulla e nel tutto
Siamo mamma e figlia
Un doppio che così non è mai sembrato
Unico corpo e cuore e anima
Spesso, troppo spesso
Come davanti allo specchio
Ci siamo distrutte, spesso, troppo spesso
E poi con forza e volontà
Ci siamo ricostruite
Sempre davanti allo stesso specchio
Che in ogni caso ed in ogni modo
Ci restituisce sempre e sempre e sempre
La stessa immagine
L’amore, che vince
Trionfa
E senza trofeo
Ugualmente si afferma
Come vittoria
La più grande
Ma tu, di certo e da sempre
Hai ottenuto il risultato più grande
Quello di farmi cambiare
Perché per amarti devo essere migliore
E per amarti imparerò ad essere
La madre di tutte le madri
Con te, che sei la forza di tutte le mie forze
E per te, che nei tempi dei tempi
Al di là della fine di una, cento e mille vite
Sarai sempre pozzo, miniera,
da cui attingere le più grandi ricchezze
Sei stato il mio atto più coraggioso
E confermarlo ogni giorno
Sarà missione e fine della mia esistenza
Ti amo meravigliosa creatura
Unica ed irripetibile
Gloriosa esperienza d’amore
Gesto eroico
A ricordarmi
Se mai dovessi smarrirlo
Il senso più profondo
Dell’amore eterno ed infinito

Auguri
Mamma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *