Ti osservo

Ti osservo mentre devi ancora arrivare
A stupire la mia vita
In un istante distratto
Di un giorno qualunque.
E ti aspetto seduta
Mentre le ore scorrono
Come un fiume in piena
Che ancora non mi travolge.
La luce di un nuovo mattino
Ti annuncia
“e non esiste alba che tu non sia già altro”.
In te pronuncio la mia vita
La sussurro
La comunico
L’annuncio
E l’universo trema
Dinanzi al nostro divenire
Un incredibile meraviglioso unico
Essere
E lo stupore incatena le nostre vite
Ad una eterna condanna:
l’amore.

Giovanna La Vecchia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *